Faq Sito Reclutamento del personale - Ministero dell'Economia e delle Finanze

Generali

Sono già un utente di applicazioni del Ministero dell’Economia e Finanze, per autenticarmi al sistema posso utilizzare le credenziali in mio possesso?

Si, in quanto l’utenza nominale risulta già registrata nel sistema. Nel caso in cui si proceda ad una nuova registrazione il sistema segnalerà a video un messaggio che il codice fiscale inserito è associato ad un’utenza già registrata.

All’atto della prima registrazione il mio codice fiscale risulta già presente sul sistema pur non essendomi mai registrato. A chi posso rivolgermi?

Trattandosi di una problematica tecnica è possibile segnalare tale anomalia chiamando il numero verde 800.046.325.  L’interessato dovrà inviare la scansione del codice fiscale e del documento d’identità in corso di validità, richiedendo il reset della propria utenza. L’assistenza fornirà all’utente le credenziali di accesso al sistema.

Cosa devo fare per compilare la domanda online?

Per poter compilare la domanda è necessario preventivamente essersi registrati al sito o avere un’utenza SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

Se si è in possesso di un’utenza SPID, è sufficiente selezionare il tasto “ Accedi alla Domanda”, poi il tasto “Accedi con SPID””, e seguire le successive indicazioni. Si verrà automaticamente riconosciuti dal sistema e sarà possibile compilare la domanda.

Se invece non si è registrati, è sufficiente selezionare il tasto“Registrati” , posto nella pagina in alto a destra e seguire le indicazioni (vedi la FAQ dedicata alle istruzioni per la registrazione).

Chi invece è già registrato o è già in possesso di un’utenza (es. in quanto già dipendente del Ministero dell’economia e delle finanze) deve selezionare il tasto “Accedi alla Domanda” al centro della schermata e procedere alla compilazione della domanda.

È prevista la possibilità di identificarsi al sistema tramite SPID. Cos’è SPID?

L’identità digitale SPID è rilasciata dai gestori di identità digitale (Identity Provider) accreditati presso l'ente preposto

Per ottenere l’identità digitale SPID l’utente deve farne richiesta ad uno di tali gestori. Il gestore prescelto, dopo aver verificato l'identità del richiedente, emette l’identità digitale e rilascia le relative credenziali.

Le stesse sono utilizzabili per l'accesso a tutti i siti della Pubblica Amministrazione che hanno recepito l'accesso SPID.

Per l'accesso al portale Concorsi on Line tramite SPID, cliccare sull'apposito tasto "Accedi con SPID" ed attenersi alle indicazioni, per l'identificazione, fornite dal proprio Identity Provider sul relativo sito web.

Se l'utente non è registrato al portale, utilizzando tale tipologia di accesso, le informazioni anagrafiche saranno trasmesse, dall'Identity Provider, al portale Concorsi on Line ed automaticamente recepite per la registrazione

Importante: La sola registrazione al portale o il solo accesso con SPID non costituiscono istanza di partecipazione ad un concorso.

Per partecipare ad un concorso, bisogna accedere alla propria area riservata e compilare il modulo di partecipazione del concorso di interesse, attenendosi ad ogni altra disposizione specificata nel relativo bando di indizione.

Come si effettua la registrazione al sito?

Seleziona in alto a destra il pulsante “Registrati” e inserisci i dati richiesti.

Una volta inviata la richiesta coi dati sopra elencati, riceverai una e-mail all’indirizzo che hai inserito, nella quale saranno riportate le credenziali per accedere al sistema. Sarà ora possibile procedere alla presentazione della domanda al concorso.

Cosa devo fare se, dopo aver effettuato la richiesta di nuovo account, non mi arriva l'e-mail?

Controlla nella posta indesiderata ed eventualmente attendi qualche minuto. Se non ricevi la e-mail, contatta il servizio di assistenza per chiedere supporto ed eventualmente procedere ad una nuova richiesta di registrazione.

Come vengono utilizzati i miei dati personali?

I dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso il MEF – Dipartimento dell'Amministrazione Generale del Personale e dei Servizi – Direzione del Personale - Ufficio III, per le finalità di gestione del concorso e saranno trattati, anche successivamente all'eventuale instaurazione del rapporto di lavoro, per le finalità inerenti alla gestione del rapporto medesimo. Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti richiesti per la partecipazione al concorso, pena l'esclusione dallo stesso. I medesimi dati potranno essere comunicati ai soggetti terzi che forniranno specifici servizi elaborativi strumentali allo svolgimento della procedura concorsuale. I dati relativi alle registrazioni nel sito vengono utilizzati solo ai fini dei servizi informativi e soltanto dall'ufficio incaricato della procedura.

Cosa devo fare se voglio accedere nuovamente al sistema ma non ricordo il mio Username e/o la password?

Qualora si siano smarrite o dimenticate le credenziali per accedere al sistema, è necessario selezionare la voce: “Per modificare il profilo cliccare qui.” presente nella form di inserimento utenza e password.

Attraverso il link si giungerà ad una pagina dove sarà possibile recuperare o la username oppure la password.

Nel caso di dimenticanza della password, bisognerà selezionare la voce “ho dimenticato la mia password” . Verrà quindi richiesto di inserire il nome utente. Successivamente verrà richiesto poi di rispondere alla domanda segreta impostata dall’utente in fase di registrazione. Soltanto dopo aver inserito la risposta a tale domanda, sarà recapitata una nuova password alla casella di posta elettronica indicata in fase di registrazione.

Nel caso di dimenticanza del nome utente, sarà necessario selezionare la voce “ho dimenticato il mio nome utente”. Nella pagina che segue sarà necessario inserire il proprio codice fiscale. Successivamente verrà visualizzata la domanda segreta precedentemente scelta dall’utente in fase di registrazione. Una volta inserita la risposta, il sistema invierà nella casella di posta indicata in fase di registrazione, il nome utente richiesto.

Cosa succede se invio più volte il format on-line della stessa domanda?

In questo caso, si tiene conto unicamente dell’ultima domanda inviata nei termini.

Selezione Medici CMV/CMS

E’ possibile partecipare contemporaneamente alla selezione per la stipula della Convenzione per una Commissione Medica di Verifica (CMV) e per la Commissione Medica Superiore (CMS)?

No, come precisato al punto 3 dell’avviso, è possibile partecipare alla selezione o per la CMS o per una CMV. Si fa presente che qualora l’interessato compili più volte il format on-line, si terrà conto unicamente dell’ultima domanda inviata nei termini.

E’ possibile partecipare contemporaneamente alla selezione per la stipula della Convenzione per più di una CMV?

No, come precisato al punto 3 dell’avviso, è possibile partecipare alla selezione per un’unica CMV. Si fa presente che qualora l’interessato compili più volte il format on-line, si terrà conto unicamente dell’ultima domanda inviata nei termini.

Sono in possesso di più di una specializzazione tra quelle indicate al punto 2, lettera B dell’avviso. Posso candidarmi per ognuna delle specializzazioni in mio possesso?

No, come precisato al punto 3 dell’avviso, la partecipazione alla selezione, come medico convenzionato, è consentita per una sola delle specializzazioni indicate al punto 2, lettera B.

Le eventuali altre specializzazioni, se comprese nel medesimo punto 2, lettera B, devono essere indicate nel curriculum vitae e saranno valutate, come titolo, nella misura pari ad un terzo del punteggio indicato nella tabella 1 dell’avviso.

Nel caso in cui sono in possesso di specializzazioni non comprese nel punto 2, lettera B dell’avviso, dove vanno indicate ai fini della valutazione?

Le ulteriori specializzazioni devono essere indicate nel curriculum vitae e saranno valutate come titoli, ai sensi della tabella 2 contenuta nell’avviso stesso (punteggio pari a 0,50).

Sono in possesso di una specializzazione affine ad una di quelle prescritte al punto 2, lettera B dell’avviso. Posso partecipare alla selezione, come medico convenzionato, per la CMS o per una delle CMV?

No, non possono essere prese in considerazione le specializzazioni affini. Sono ammesse solo le specializzazioni prescritte al punto 2, lettera B dell’avviso, oppure quelle ad esse equipollenti, di cui al DM Sanità del 31.01.1998, e successive modificazioni.

Sono interessato esclusivamente all’iscrizione negli speciali elenchi. Quali specializzazioni sono richieste?

Per l’iscrizione negli speciali elenchi la domanda può essere presentata per qualsiasi specializzazione non inclusa al punto 2, lettera B dell’avviso. Qualora in possesso di più specializzazioni, si precisa che anche tale tipologia di domanda può essere presentata per una sola Commissione Medica (CMS oppure una delle CMV) e per una sola specializzazione: le eventuali ulteriori specializzazioni devono essere riportate nel curriculum vitae. Si fa presente che qualora l’interessato compili più volte il format on-line, si terrà conto unicamente dell’ultima domanda inviata nei termini.

E’ possibile partecipare contemporaneamente alla selezione alla stipula della Convenzione presso una delle Commissioni Mediche (CMS oppure una delle CMV) e presentare domanda per l’iscrizione negli speciali elenchi?

Si, come precisato al punto 5 dell’avviso, la domanda per l’iscrizione negli speciali elenchi è compatibile con la partecipazione alla selezione per n. 220 medici specialisti.

Vorrei partecipare alla selezione alla stipula della Convenzione presso la CMS. Sono richiesti particolari requisiti?

Si, in questo caso, come prescritto al punto 2, lettera B dell’avviso, fermo restando il possesso degli altri requisiti generali, è necessario anche aver svolto attività di componente/presidente di una delle Commissioni di cui al DPR 29.10.2001, n. 461 o presso la stessa CMS. Tale requisito aggiuntivo non è invece richiesto per l’iscrizione negli speciali elenchi nell’ambito della stessa CMS.

Devo allegare il mio curriculum vitae, quali specifiche devo soddisfare?

Il curriculum vitae deve essere esclusivamente:

- redatto in formato europeo;

- salvato in formato PDF;

- di dimensioni non superiori a 2 MB.

Non riesco a scaricare il mio cv allegato alla domanda inoltrata

Per motivi di sicurezza non è possibile, una volta allegato il CV alla domanda, consultarlo nuovamente. Una volta che l’istanza verrà salvata o salvata e inviata, sarà possibile solamente consultare le informazioni della domanda stessa. Qualora sorgano dubbi sul contenuto del CV inoltrato, è consentito modificare la domanda con un nuovo CV ed inoltrarla nuovamente.

Ho necessità di chiarimenti di carattere amministrativo. A chi posso rivolgermi?

Per gli aspetti di carattere esclusivamente amministrativo, si può far riferimento alla seguente casella di posta elettronica:  selezionemedici@mef.gov.it , con l’accortezza di utilizzare un indirizzo email che non sia PEC.

Ho necessità di assistenza tecnica per la presentazione della domanda. A chi posso rivolgermi?

Per eventuali problematiche di tipo informatico, legate al funzionamento della procedura on line, chiamare il numero verde 800.046.325.

Concorsi MEF

Se ho un titolo di studio ulteriore rispetto a quello di accesso, posso ottenere un punteggio aggiuntivo?

Non è possibile attribuire al candidato un punteggio ulteriore, in quanto trattasi di un concorso per esami.

È possibile partecipare al concorso, se la laurea verrà conseguita successivamente alla data di pubblicazione del bando?

I requisiti richiesti, ai fini dell’ammissione alla procedura concorsuale, devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande.

Posso partecipare al concorso se ho conseguito una laurea diversa da quelle indicate nel bando?

Non è possibile partecipare al concorso se non si è in possesso dei titoli di laurea indicati nel bando ovvero ad essi equipollenti o equiparati.

Quali sono i titoli di studio per partecipare al concorso?

I titoli di studio sono esclusivamente quelli indicati nel bando, ovvero i titoli di studio equipollenti in base all'ordinamento previgente rispetto al decreto ministeriale 3 novembre 1999, numero 509, nonché equiparati in base al decreto interministeriale 9 luglio 2009 o, eventualmente, a specifici provvedimenti. I titoli di studio conseguiti all'estero presso Università e Istituti di istruzione universitaria sono considerati validi se sono stati dichiarati equipollenti a titoli universitari italiani e riconosciuti ai sensi della vigente normativa in materia

A che data devono essere posseduti i requisiti di ammissione al concorso?

I requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande.

Non ho uno dei requisiti necessari ai fini della partecipazione, ma lo sto acquisendo e lo avrò dopo la scadenza dei termini di iscrizione (es. titolo di studio), posso comunque partecipare?

No, tutti i requisiti previsti debbono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di partecipazione al concorso.

Cosa succede alla scadenza del termine per l'invio on-line della domanda?

Avrai accesso all'applicazione esclusivamente per visualizzare e/o stampare la domanda già inoltrata.

Se ho inviato o salvato la domanda on-line, ma non ho la possibilità di stampare la ricevuta, posso stamparla in un momento successivo?

Sì, puoi accedere all’ultima domanda che hai salvato o inoltrato in qualsiasi momento dalla tua Home Page, cliccando su “Accedi alla Domanda”. Ti rammentiamo comunque che, una volta inviata la domanda, è possibile immediatamente scaricarla in formato PDF, selezionando l’apposita funzione “Esporta in PDF”, e stamparla in qualsiasi momento.

Come faccio a stampare la ricevuta se ho problemi con la visualizzazione del PDF?

Su internet sono disponibili molti programmi gratuiti per per aprire e visualizzare un file in formato PDF. È inoltre possibile aprire il file pdf anche direttamente dal browser Chrome.

Devo conservare la stampa della domanda?

Si, la domanda va conservata al fine di poterla esibire all’atto della eventuale prova preselettiva o della prima delle prove scritte, debitamente sottoscritta.

Devo sottoscrivere la domanda e consegnarla anche se ho eseguito l’accesso tramite SPID?

No. Le dichiarazioni rese nella domanda di partecipazione dovranno essere sottoscritte ed esibite in sede di espletamento dell’eventuale prova preselettiva ovvero della prima delle prove scritte esclusivamente nel caso in cui il candidato non si sia identificato attraverso SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale),

Cosa succede se invio una domanda cartacea ma non invio la domanda on-line dalla procedura Web?

La domanda non sarà presa in considerazione. L'iscrizione al concorso si effettua esclusivamente mediante la procedura on-line.

Cosa devo fare se mi accorgo di avere inoltrato una domanda in cui vi sono degli errori?

Devi compilare e inoltrare una nuova domanda entro i termini. Ai fini della partecipazione al concorso, verrà tenuto conto unicamente dell’ultima domanda inviata entro i termini di presentazione.

Posso partecipare a più di un concorso?

Si, è possibile partecipare a più procedure concorsuali, purché si posseggano i requisiti previsti da ciascun bando.

Se partecipo a più di un concorso, devo effettuare più registrazioni al sistema creando un’utenza per ogni nuova domanda?

No, è sufficiente registrarsi una sola volta. Il sistema, infatti, prevede un’unica registrazione anche nel caso di presentazione di domande di partecipazione per più concorsi.

Posso modificare le dichiarazioni rese nella domanda di partecipazione?

È possibile farlo fino al momento dell’invio della domanda. Dopo l’invio, invece, per modificare le dichiarazioni rese nella precedente domanda occorre procedere all’invio di una nuova domanda. Solo quest’ultima sarà quella presa in considerazione.

Ci sarà la prova preselettiva?

Si, solo nel caso in cui il numero delle domande pervenute risulti pari o superiore a sei volte il numero dei posti messi a concorso.

Sono un candidato che necessita di assistenza nell’espletamento delle prove ai sensi degli articoli 4 e 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104. Quando devo trasmettere il titolo attestante il possesso della condizione indicata nella domanda?

I candidati affetti da patologia limitativa dell’autonomia ai sensi degli articoli 4 e 5 legge 104/92, dovranno indicare nella domanda di partecipazione di avere diritto ad ausili e/o a tempi aggiuntivi per lo svolgimento delle prove.

L’art. 3, comma 9, del bando indica espressamente che i candidati che necessitano di assistenza nell’espletamento delle prove e di tempi aggiuntivi successivamente all’invio della domanda, entro un congruo termine e comunque non oltre trenta giorni successivi al termine di scadenza per l’invio delle domande di partecipazione, al fine di consentire all’Amministrazione di individuare e predisporre i mezzi e gli strumenti atti a garantire una regolare partecipazione al concorso, dovranno far pervenire al Ministero dell’economia e delle finanze – Dipartimento dell’amministrazione generale del personale e dei servizi. Direzione del Personale – Ufficio III, idonea certificazione medica rilasciata da apposita struttura del sistema sanitario nazionale o regionale, che specifichi gli elementi essenziali dell’handicap, con una delle seguenti modalità:

a mezzo raccomandata AR all’indirizzo Ministero dell’economia e delle finanze – Dipartimento dell’amministrazione generale del personale e dei servizi. Direzione del Personale – Ufficio III - Via XX Settembre n. 97, - 00187 – Roma;

a mezzo posta elettronica certificata, mediante invio all’indirizzo: dcp.dag@pec.mef.gov.it

Sono un candidato affetto da invalidità uguale o superiore all’ottanta per cento. Devo partecipare alla prova preselettiva qualora si svolga? Quando devo trasmettere il titolo attestante il possesso della condizione indicata nella domanda?

Ai sensi di quanto stabilito all’art. 3, comma 10 del bando i soggetti con handicap affetti da invalidità uguale o superiore all’ottanta per cento, sono esonerati dallo svolgimento della prova preselettiva (qualora si svolga) e sono ammessi direttamente alle prove scritte previa presentazione della documentazione comprovante la patologia da cui è affetto ed il grado di invalidità.

La suindicata documentazione dovrà essere presentata con le stesse modalità e gli stessi termini di cui al precedente punto.

Sono un candidato affetto da invalidità uguale o superiore all’ottanta per cento. Devo partecipare alla prova preselettiva qualora si svolga? Quando devo trasmettere il titolo attestante il possesso della condizione indicata nella domanda?

Ai sensi di quanto stabilito all’art. 3, comma 10 del bando i soggetti con handicap affetti da invalidità uguale o superiore all’ottanta per cento, sono esonerati dallo svolgimento della prova preselettiva (qualora si svolga) e sono ammessi direttamente alle prove scritte previa presentazione della documentazione comprovante la patologia da cui è affetto ed il grado di invalidità.

La suindicata documentazione dovrà essere presentata con le stesse modalità e gli stessi termini di cui al precedente punto.

Quali sono i titoli di riserva di cui all’art. 1 del bando?

I titoli di riserva di cui all’art. 1 del bando, concernono particolari categorie di cittadini quali:

1) il personale appartenente al ruolo unico del Ministero dell’economia e delle finanze, al quale è riservato il 20 per cento dei posti messi a concorso ai sensi dell’art. 24 del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150, e successive modificazioni,.

2) I disabili di cui alla legge 12 marzo 1999, n. 68, che si riferisce:

a) alle persone affette da minorazioni fisiche, psichiche o sensoriali e ai portatori di handicap intellettivo, che comportino una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45 per cento, accertata dalle competenti commissioni per il riconoscimento dell'invalidità civile in conformità alla tabella indicativa delle percentuali di invalidità per minorazioni e malattie invalidanti approvata, ai sensi dell'articolo 2 del decreto legislativo 23 novembre 1988, n. 509, dal Ministero della sanità sulla base della classificazione internazionale delle menomazioni elaborata dalla Organizzazione mondiale della sanità; nonché alle persone nelle condizioni di cui all'articolo 1, comma 1, della legge 12 giugno 1984, n. 222;

b) alle persone invalide del lavoro con un grado di invalidità superiore al 33 per cento, accertata dall'Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali (INAIL) in base alle disposizioni vigenti;

c) alle persone non vedenti o sordomute, di cui alle leggi 27 maggio 1970, n. 382, e successive modificazioni, e 26 maggio 1970, n. 381, e successive modificazioni (si intendono per non vedenti coloro che sono colpiti da cecità assoluta o hanno un residuo visivo non superiore ad un decimo ad entrambi gli occhi, con eventuale correzione. Si intendono per sordomuti coloro che sono colpiti da sordità dalla nascita o prima dell'apprendimento della lingua parlata);

d) alle persone invalide di guerra, invalide civili di guerra e invalide per servizio con minorazioni ascritte dalla prima all'ottava categoria di cui alle tabelle annesse al testo unico delle norme in materia di pensioni di guerra, approvato con d.P.R. 23 dicembre 1978, n. 915, e successive modificazioni.

Per poter usufruire della riserva non è sufficiente la condizione sopra descritta ma occorre l’iscrizione nell’elenco di cui all’articolo 8 della legge 68/99. La persona con disabilità dovrà essere disoccupata sia al momento della partecipazione al concorso che al momento dell’assunzione.

3) I volontari in ferma breve e ferma prefissata delle Forze armate congedati senza demerito ovvero durante il periodo di rafferma nonché i volontari in servizio permanente (art. 678 del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66); gli ufficiali di complemento in ferma biennale e gli ufficiali in ferma prefissata che hanno completato senza demerito la ferma contratta permanente (art. 1014 del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66)

Sono un disabile che ha chiesto di partecipare per i posti riservati di cui all’art. 1 del bando. Quando devo trasmettere il titolo attestante il possesso della condizione indicata nella domanda?

L’art. 10, comma 2, del bando indica espressamente che i candidati che avranno superato la prova orale dovranno far pervenire al Ministero dell’economia e delle finanze, Dipartimento dell’amministrazione generale, del personale e dei servizi, Direzione del personale, Ufficio III, entro il termine perentorio di quindici giorni decorrenti dal giorno successivo a quello in cui hanno sostenuto la prova orale, i documenti in carta semplice attestanti il possesso dei titoli di riserva di cui al precedente articolo 1.

La modalità di trasmissione dei titoli è indicata all’art. 10 del bando.

Categorie riservatarie e preferenze DPRn. 487/1994 - Servizio presso pubbliche amministrazioni

L’art. 10 del bando indica che i titoli di precedenza e preferenza, a parità di merito e titoli, sono quelli stabiliti dall'articolo 5, del decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487, e successive modifiche e integrazioni. Detti titoli saranno oggetto di valutazione, all’esito delle procedure di esame.

Il comma 4, punto 17 dall'articolo 5 del DPR n.487/1994 (parità di merito) prevede la preferenza avuto riguardo:

a coloro che abbiano prestato lodevole servizio a qualunque titolo, per non meno di un anno nell’Amministrazione che bandisce il concorso (Ministero dell’economia e delle finanze).

Il successivo comma 5 lettera b prevede, che a parità di merito e di titoli la preferenza è determinata:

dall'aver prestato lodevole servizio nelle amministrazioni pubbliche (la norma non prevede un limite minimo temporale).

In entrambi i casi, ai fini della corretta valutazione, non è sufficiente l’attestato riportante il mero servizio prestato, ma è necessario che detto servizio venga classificato come prestato in modo lodevole. Ai sensi della vigente normativa, tale condizione non è autocertificabile ma deve essere redatta apposita attestazione dal Dirigente della struttura o dell’ufficio dove è stato svolto il servizio

Categorie riservatarie e preferenze DPR n. 487/1994 – Invalidità civile

L’art. 10 del bando indica che i titoli di precedenza e preferenza a parità di merito e titoli sono quelli stabiliti dall'articolo 5, del decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487, e successive modifiche e integrazioni. Detti titoli saranno oggetto di valutazione, all’esito delle procedure di esame.

Il punto 19 (parità di merito) al comma 4 dell’art. 5 del DPR 487/94 prevede quale titolo di preferenza e precedenza a parità di merito e titoli la condizione di invalidi e i mutilati civili. Per la valutazione del titolo di precedenza e preferenza di cui al succitato punto 19, è sufficiente esclusivamente la condizione di invalidità civile, riconosciuta ai sensi della vigente normativa, in quanto la norma non indica alcuna percentuale di invalidità che ne condizioni la valutazione.

Cosa succede se i posti riservati non sono utilizzati?

In tal caso, i posti saranno conferiti secondo l’ordine di graduatoria.

Quali saranno le sedi di servizio?

Le sedi di servizio (Uffici centrali e/o territoriali del Ministero) non sono state ancora stabilite. Verranno definite secondo le effettive esigenze di organico al momento dell’assunzione dei vincitori.